You are hereGroups / Philosophy of Language / Minutes from "Philosophy of Language - Reading Seminar" on 02/04/2009 - 11:00

Minutes from "Philosophy of Language - Reading Seminar" on 02/04/2009 - 11:00

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/views.module on line 906.
  • strict warning: Declaration of views_handler_field_user::init() should be compatible with views_handler_field::init(&$view, $options) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/modules/user/views_handler_field_user.inc on line 47.
  • strict warning: Declaration of views_handler_field_node_new_comments::pre_render() should be compatible with views_handler_field::pre_render($values) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/modules/comment/views_handler_field_node_new_comments.inc on line 100.
  • strict warning: Declaration of views_handler_argument::init() should be compatible with views_handler::init(&$view, $options) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_argument.inc on line 744.
  • strict warning: Non-static method views_many_to_one_helper::option_definition() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_argument_many_to_one.inc on line 35.
  • strict warning: Non-static method views_many_to_one_helper::option_definition() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_argument_many_to_one.inc on line 35.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 607.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 607.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 159.

14 Feb 2009 10:22
Europe/Rome
Minutes for:

Philosophy of Language - Reading Seminar from 4 Feb 2009 - 11:00 to 4 Feb 2009 - 13:00

Attendees
Delia Belleri; pleonardi; Sebastiano Moruzzi
Andrea Bianchi, Giorgio Volpe, Alessia Marabini, Sara Neva, Andrea Marino

Minute curate da Sebastiano Moruzzi

  1. Siè diccusso il significato dei tre livelli a cui un'espressione può appartenere (capitolo 4). Sebastiano ha chiesta se corrispondono alla forma logica di un'enunciato. Andrea B. ha suugerito che devono essere visti come ruoli funzionali, ovvero tipologie di elementi significanti con ruoli semantici. Non sono categorie di espressioni perché una g-word può avere ruoli diversi.
  2. Paolo ha suggerito che la tesi si Strawson secondo cui bisogno associare sempre un general kind (p.100) è debolmente fregeana. Sebastiano si è chiesto se questa tesi implichi l'idea che l'identità sia relativa (tesi di Geach). Si è convenuto che non è così , questa tesi è consistente con una posizione più debole secondo cui l'identità può essere afferrata solo sotto un sortale (Andrea B. ha osservato che questa è la tesi di Wiggins).
  3. Andrea M. ha espresso un dubbio sull'analisi di Strawson di in

    (1) man + pursue + woman

    non è chiaro in che senso non si una un'individuo

    Andrea B. ha risposto che per Strawson (1) rappresenta un tipo di situazione non una situazione specifica (e questo tipo di situazione può instanziarsi quando una situazione specifica dio quelo tipo ha luogo). Tutti hanno concordato sul fatto che nell'omntologia di Strawson ci sono solo situazione specifiche.

  4. Sebastiano ha notato che per Strawson nel caso di frasi come

    (2) g1 + g1

    la comprensione non richiede conoscenza di particolari, a differenza di frasi aventi come soggetto un termine che designa particolari dove - asimmettricamente - la comprensione del soggetto richiede l'afferramento di un qualche sortale.

    Paolo ho notato che in (2) la comprensionel del soggetto per Strwason non richiede neanche la denotazione di un universale.

  5. Andrea B. ha posto la questione di quale denna essere, secondo Strawson, la forma logica di enunciati come

    (3) Un amico di Maria cammina

    Andrea M. ha notato che secondo Strawson non è "Maria" a fungere da soggetto - nonostante occorra all'interno del soggetto - perché il suo ruolo è quello di fungere da collegamente minore con "amico" (p.103).

    Paolo ha però notato che in enunciatidel tipo

    (4) Un uomo corre con Maria

    abbiamo di nuovo un problema a determinare quale sia il soggetto secondo la teoria di Strawson.

    Andrea B. ha osservato che c'è un problema generale quando analizziamo enunciati con parole g1 a g2 per determinare quale espressione svolge il ruolo di soggetto.

    Paolo ha congetturato che Strawson non intende voler dare una regola generale ma solo un'indicazione preferenziale.

    Delia ha osservato che in (3) "un amico di Maria" ha pià forza identificatoria di "cammina".

  6. Si è discusso della tesi di Strawson secondo cui

    (5) Una sedia è ribaltata

    (6) Una cosa ribaltata è una sedia"

    non sono equivalenti e che quindi "una sedia" è soggetto in (5) anche se non occorre come tale in (6). Secondo Andrea B. (5) e (6) non esprimono per Strawson propisizioni diverse. Sebastiano congettura che invece avendo forza identificatiria diversa in (5) e (6) i soggetti, e suopponendo che la foza identificatoria prenda parte alla formazione della proposizione espressa, i due enunciati esprimano per Str. due propisizioni distinte.

  7. SI è infine discusso su cosa sia un kind per Strawson.Strawson dice che un kind "is clearly linked to standing properties". Secondo Giorgio un kind non necessariamente coincide con una proprietà. Essere di un certo kind è diverso dal possedere una proprietà (si può essere di un kind perché si istanzia un certo attributo (aggettivi) ma anche se si istanzia un certo tipo di cambiamento (verbi).

Upcoming events

  • No upcoming events available

Events

« October 2019 »
MonTueWedThuFriSatSun
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Search

Who's online

There are currently 0 users and 9 guests online.