You are hereGroups / Philosophy of Language / Minutes from "Philosophy of Language - Reading Seminar - Geach "Reference and Generality" I" on 02/11/2009 - 11:00

Minutes from "Philosophy of Language - Reading Seminar - Geach "Reference and Generality" I" on 02/11/2009 - 11:00

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/views.module on line 906.
  • strict warning: Declaration of views_handler_field_user::init() should be compatible with views_handler_field::init(&$view, $options) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/modules/user/views_handler_field_user.inc on line 47.
  • strict warning: Declaration of views_handler_field_node_new_comments::pre_render() should be compatible with views_handler_field::pre_render($values) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/modules/comment/views_handler_field_node_new_comments.inc on line 100.
  • strict warning: Declaration of views_handler_argument::init() should be compatible with views_handler::init(&$view, $options) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_argument.inc on line 744.
  • strict warning: Non-static method views_many_to_one_helper::option_definition() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_argument_many_to_one.inc on line 35.
  • strict warning: Non-static method views_many_to_one_helper::option_definition() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_argument_many_to_one.inc on line 35.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 607.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 607.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 159.

14 Feb 2009 11:30
Europe/Rome
Minutes for:

Philosophy of Language - Reading Seminar - Geach "Reference and Generality" I from 11 Feb 2009 - 11:00 to 11 Feb 2009 - 11:00

Attendees
Delia Belleri; pleonardi; Sebastiano Moruzzi
Andrea Bianchi, Antonio Ferro, Alessia Marabini, Andrea Marino, Sara Neva, Giorgio Volpe.

Minute a cura di Elisabetta Lalumera

  1. (Osservazioni sullo stile di Strawson vs lo stile di Geach).
  2. §18, terminologia: “soggetto” e “predicato” si riferiscono a espressioni linguistiche. Il predicato si applica al soggetto o è vero di questo.
  3. §19. Differenza tra predicato e predicabile. Il predicato è un predicabile che svolge effettivamente il ruolo sintattico di predicato. “Predicabile” sta per una categoria sintagmatica, mentre “predicato” è il nome di un ruolo.
  4. Problema: a) Jim broke the bank e b) The man who broke the bank died in misery contengono lo stesso predicabile, ma solo (a) contiene un predicato. Perché? Discussione tra Andrea e Paolo. Geach sembra usare “predicato” solo per il predicato della principale.
  5. §20 “Proposizione”: “something we propound or put forward”. Geach non usa “proposizione” nell’accezione più comune oggi, ovvero per indicare il contenuto degli enunciati. Tale accezione invece è chiaramente introdotta da W. V. Quine in Philosophy of Logic.
  6. § 21: “Frege’s point”: dissociare il concetto di predicazione da quello di asserzione. Non è vero che P si predica di S solo se si asserisce che P è S. Qui il bersaglio polemico sembrano essere alcuni filosofi del linguaggio ordinario (Strawson, Ryle), che connettono la predicazione con l’atto di asserzione.
  7. §22: Contro Frege e Wittgenstein: i nomi possono essere usati anche fuori dal contesto di una proposizione. C’è un uso indipendente del nome, ad esempio in “Lupo!”, “Fuoco!”, “Veleno” (usato come etichetta).
  8. Dimostrativi: non sono nomi (a fortiori non sono nomi perfetti, che assicurano la presenza del proprio referente). Non ammettono infatti l’uso indipendente. Frasi come “Questo è rosso”, “questo è Andrea” spesso non sono proposizioni e non hanno valore di verità: sono atti di denominazione.
  9. §23: Quando in una proposizione possiamo isolare ciò su cui la proposizione verte e farne un uso indipendente, quello è un nome.
  10. §24: Sono possibili diverse analisi soggetto-predicato della stessa frase (punto fregeano: sono possibili diverse analisi funzione-argomento della stessa proposizione).
  11. §25: Il nome non contiene alcun aspeto temporale. Il predicato invece è sensibile al tempo. In termini contemporanei, un nome è temporalmente rigido.
  12. § 26: Il predicato si ottiene asportando un nome da una proposizione. “John rade John” e “peter rade Peter” sembrano contenere un predicato comune, che non è però identico a “__ rade se stesso”.

Upcoming events

  • No upcoming events available

Events

« November 2019 »
MonTueWedThuFriSatSun
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Search

Who's online

There are currently 0 users and 7 guests online.