You are herePhilosophy of Language - Reading Seminar - Ramsey "Universals" / Minutes from "Philosophy of Language - Reading Seminar - Ramsey "Universals"" on 02/25/2009 - 11:00

Minutes from "Philosophy of Language - Reading Seminar - Ramsey "Universals"" on 02/25/2009 - 11:00

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/views.module on line 906.
  • strict warning: Declaration of views_handler_field_user::init() should be compatible with views_handler_field::init(&$view, $options) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/modules/user/views_handler_field_user.inc on line 47.
  • strict warning: Declaration of views_handler_field_node_new_comments::pre_render() should be compatible with views_handler_field::pre_render($values) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/modules/comment/views_handler_field_node_new_comments.inc on line 100.
  • strict warning: Declaration of views_handler_argument::init() should be compatible with views_handler::init(&$view, $options) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_argument.inc on line 744.
  • strict warning: Non-static method views_many_to_one_helper::option_definition() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_argument_many_to_one.inc on line 35.
  • strict warning: Non-static method views_many_to_one_helper::option_definition() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_argument_many_to_one.inc on line 35.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 607.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 607.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/gulliver/public_html/cogito/sites/default/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 159.

By Anonymous - Posted on 28 February 2009

28 Feb 2009 15:37
Europe/Rome
Minutes for:

Philosophy of Language - Reading Seminar - Ramsey "Universals" from 25 Feb 2009 - 11:00 to 25 Feb 2009 - 13:00

Attendees
antonio f.; Delia Belleri; eugenio orlandelli; Giorgio Volpe; Michele Palmira; pleonardi
<p>&nbsp;Beppe Spolaore</p>

1. Scopo del paper è considerare se vi sia una fondamentale divisione degli oggetti in due classi: Particolari e Universali.
2. I riferimenti principali sono Russell, McTaggart, Whitehead, Johnson [GiorgioV: Johnson è una delle possibili fonti della teoria della verità di Ramsey], Wittgenstein.
3. Russell passa in rassegna tre modi per fondare la distinzione particolari/universali:
   3.1 Partire da una distinzione psicologica percetto/concetto
   3.2 Partire da considerazioni spazio-temporali
   3.3 Partire dalla logica: opporre a individui e particolari, qualità e relazioni [Universali]
4. Per Johnson sia sostantivali che aggettivali possono fungere da soggetto, mentre solo i secondi possono fungere da predicato. [AlessiaM si chiede se in posizione di soggetto l'aggettivale stia per un particolare o per universale, si è concordi nello scegliere la seconda possibilità]. Russell oppone a questa teoria quella dell'incompletezza dell'aggettivale, ossia del predicato.
5. Per Ramsey entrambe le teorie assumono la fondamentale antitesi soggetto/predicato, che invece è da provare. Si considerino gli enunciati:
            ---     "Socrate è saggio" e "La saggezza è una caratteristica di Socrate"    ---
Se accettiamo che questi due enunciati esprimono la stessa proposizione, la presunta distinzione sogg./pred. potrebbe svanire. [SebaM mette in dubbio che questi enunciati dicano la stessa cosa.]
6. In enunciati disgiuntivi non v'è forma soggetto/predicato. Ricavando i predicati alla Frege, sottraendo il termine singolare in posizione soggetto dall'enunciato, ci troviamo a dover ammettere univarsali complessi. L'argomento mostra che il definiens per un predicato complesso non ha lo stesso significato del definiendum. Per cercare fondamento per la distinzione si considerano quindi enunciati atomici, sulla cui composizione, comunque, non c'è certezza.
7. [AndreaB mette in luce una oscillazione del significato di "funzione proposizionale" in Ramsey, alle volte stante per l'espressione, alle volte per ciò che essa significa]. L'argomento principale del saggio: si nega che sostantivali e aggettivali individuerebbero i primi una sola gamma di proposizioni e i secondi due, delle quali una compresa nell'altra. [fi Socrate, x è saggio, fi saggio]. Se ammettiamo le qualità, proprietà semplici, otteniamo due gamme di proposizioni anche per i nomi propri.
[GiorgioV nota che la classe individuata dalle qualità è inclusa in quella delle proprietà; le due classi non sono disgiunte. Giorgio nota anche che le qualità sono le proprietà che occorrerebbero nelle proposizioni atomiche.] [Si ripropone dunque il problema della individuazione di una proposizione atomica; come PaoloL sottolinea, in mancanza di ciò non sappiamo nemmeno esattamente cosa siano questo tipo di predicati.]
[AndreaB riporta in breve l'intepretazione kaplaniana di Russell, secondo cui una funzione proposizionale è definita partendo da nomi per individui e nomi di proprietà (individuate da simboli non incompleti)] [L'argomento di Ramsey può essere avanzato anche partendo da questo presupposto].
Conclusioni.
I.    Ramsey analizza la nozione di incompletezza e conclude che essa non è utile a distinguere tra soggetto e predicato.
II.    Si bocciano sia la grammatica che la logica come fondamento per la distinzione.
III.   Si trae la conclusione metafisica che non v'è differenza tra particolari e universali.
 

Upcoming events

  • No upcoming events available

Events

« October 2019 »
MonTueWedThuFriSatSun
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Search

Who's online

There are currently 0 users and 10 guests online.